Menu

Get Socialize

Focus Fest – Il cinema del 68, la tv di qualche tempo fa e un possibile attacco terroristico

Description

Il cinema del 68, la tv di qualche tempo fa e un possibile attacco terroristico. Come cambia la popolazione nel corso del tempo e a seconda delle circostanze allegre, rivoluzionarie o di paura che vive? “Quello che il vento della contestazione portò nel cinema è il gusto della libertà”. Questo dice Serge Toubiana dei Cahiers du cinéma ricordando quegli anni e l’effetto che hanno avuto sul cinema partendo dalla Francia, passando per l’Italia e scuotendo il mondo intero. Il gusto della libertà - Cinema e ’68 è un documentario che celebra 50 anni del nostro cinema mettendo in luce il vissuto di un periodo fondamentale e due grandi appuntamenti come il Festival di Cannes e la Mostra del Cinema di Venezia. Alex è un artista di successo la cui controllata esistenza è turbata quando sua madre muore in un sospetto attacco terroristico a Stoccolma. Per la prima volta dopo diversi anni, Alex è costretto a tornare al villaggio della sua infanzia per organizzare il funerale. Mentre riaffiorano vecchi sentimenti, si verificano nuovi attentati in tutto il paese: la Svezia è sotto un attacco sconosciuto.”Unthinkable” è un film di finzione che riflette su una sensazione di panico e di fragilità del genere umano difronte a un grande evento di terrore. Come reagiremmo se i telefoni e Internet non funzionassero più? Dove andremmo se suonasse l’allarme di attacco aereo? Cristina Comencini e Roberto Moroni portano sul grande schermo un momento di allegria della televisione pubblica italiana. “Sex Story” è un film che con materiali di archivio mostra i comportamenti sessuali di un popolo. Un’indagine che restituisce una fotografia composita e multicolore dei costumi morali e non dell’Italia di qualche tempo fa, di quando il piccolo schermo entrava, e spesso con violenza, nelle nostre case diventando mezzo a volte di emancipazione altre di cambiamento.

A cura di Margherita Bordino Stefano Bianchini Michele Peloso Marco Cappellesso Giulio Riservato