Menu

Get Socialize

Focus Fest – Musica anni ’80, ritmi frenetici e trasgressione

Description

Musica anni ’80, ritmi frenetici e trasgressione. Il Festival di Cannes entra nel vivo raccontando il quotidiano e la sfera privata delle persone. Dal bianco e nero ai colori tenui senza dimenticare le lunghe sequenze. La musica a Leningrado negli anni ’80. Il regista, sceneggiatore e critico cinematografico Christophe HONORÉ presenta al Festival di Cannes il film “Leto”. Non si tratta di un film politico ma ha comunque una dimensione politica in quanto il boom della scena musicale durante gli anni '80 a Leningrado ha scatenato un vero e proprio vento di libertà dando maggiore energia ai giovani del posto. La vita quotidiana e opprimente di una donna e madre sull’orlo dell’esplosione. “One Day” nasce dall’avvincente realismo di una regista ungherese che sceglie di raccontare lo stress della grande città, il lavoro frenetico e la vita di coppia da non dimenticare in un cassetto. Anche qui un piccolo universo familiare che si scontra suoi limiti del quotidiano. Jacques è uno scrittore e drammaturgo che vive a Parigi. Arthur è un giovane che studia a Rennes. Si incontrano all'interno di un teatro e poi al cinema. Cominciano così a vivere una storia d'amore, in un periodo complicato: gli Anni Novanta. Tenerezza, disperazione e perversione per “Plaire, aimer et courir vite”.

A cura di Margherita Bordino Gabriella Giliberti Stefano Bianchini Andrea Protto Marco Cappellesso Francesco Fadda Giulio Riservato