Menu

Get Socialize

Focus Fest – Sacrifici, vendetta e universi reali ma distopici. Cinema e letteratura

Description

Sacrifici, vendetta e universi reali ma distopici. Quando la cinematografia e la narrativa si fondono nel genere più esclusivo e creano trame fitte e avvincenti che giocano con la mente e l’anima del lettere-spettatore. Che cosa fareste se all’età di venti anni scopriste che non avete smesso di crescere e che non accadrà mai? Che cosa succederebbe se ciò che vi rende strani e vi angoscia si rivela anche l’unica cosa che può aiutare finanziariamente la vostra famiglia? Quanto di voi sareste disposti a sacrificare? Questo è il filo che guida il film Giant, ossia come due fratelli siano riusciti a trasformare una malattia in un’opportunità economica e in un mezzo per sostenere la loro famiglia. La maggior parte dei cineasti ha un approccio psicologico e un particolare interesse per la questione della condizione umana. Lynne Ramsay ama approfondire i personaggi con la loro bellezza, i loro difetti, i loro diversi aspetti. Con You Were Never Really Here esercita una forte influenza sulla mente dello spettatore. La storia di una ragazzina scomparsa, figlia di un senatore newyorchese, e di un veterano di guerra ed ex agente dell’FBI ingaggiato per salvarla. Violenza, corruzione, potere e vendetta. Chi vincerà? In fondo a ogni trama di Margaret Atwood c’è un mistero e spesso ha la forma di un cadavere. Da sempre interessata alla narrativa di genere, a lei cara per la capacità di creare un mondo frenetico, tagliente e pieno di dialoghi vividi e parole che non erano mai sentite pronunciate. La scrittrice canadese, una delle più importanti della letteratura contemporanea, riceve al noir in festival il Premio Chandler.

A cura di Margherita Bordino La Mario Gabriella Giliberti Marco Cappellesso Giulio Riservato