Menu

Get Socialize

Il sorriso forte e gentile. Addio ad Ennio Fantastichini

Description

Aveva l'allegria e il dolore nello stesso sguardo. È la migliore e più bella definizione di Ennio Fantastichini da chi lo conosceva bene. "Porte aperte" verso il mondo e verso il suo lavoro, questa la sua concezione di vita. Una "mina vagante" che frequentava i grandi maestri e non disdegnava i giovani autori, potendosi permettere un Re Lear atipico, meno interessato al potere e più a godersi gli ultimi anni della sua esistenza. Lui invece no! Ennio non ha potuto godere del secondo tempo della sua vita, ha raccolto meno del molto che aveva seminato, pur aggiudicandosi i premi più prestigiosi. Di certo nessuno può togliergli l'affetto di tanti, così come il suo addio non può cancellare dalla nostra memoria la sua risata travolgente e gentile. Unica, inconfondibile, per intristirci almeno un po' meno in questo momento.