Menu

Get Socialize

La stella nascente belga è anche un po’ italiana: Matteo Simoni

Description

Avendo 31 anni il 2018 era la sua ultima occasione per essere chiamato a rappresentare il suo Paese. Matteo Simoni è riuscito nell’intento: diventare il volto del Belgio alla 68esima Berlinale. Nome e cognome non mentono, Matteo è di nonno italiano e del nostro Paese conosce un po’ la lingua e ne conserva l’attaccamento alla famiglia ed agli affetti. Sono queste le cose più importanti nella vita che vanno anche oltre la carriera. È l’ambizione che però muove l’attore e lo spinge a volersi migliorare sempre ed a sognare, come tutti i suoi colleghi, un percorso oltre i confini del suo paese. Un tempo c’era una grande differenza tra gli attori di teatro e quelli di cinema e tv. Ora non c’è limite a dove può spaziare un attore e Matteo Simoni fa esempi altisonanti di grandi premi Oscar, da cui bisogna imparare, che hanno deciso di passare alle grandi serie tv come Reese Witherspoon e Nicole Kidman che dal cinema ora sono su Netflix con "Big Little Lies".

Giornalista Chiara Nicoletti Operatore di ripresa Marco Cappellesso Post produzione Giulio Riservato